Memorie a 8 bit (di Sergio Algozzino, Tunué)

C’erano alcuni fumetti arretrati messi in fila sulla mensola. Verticalmente, perché a me le “colonne” di arretrati non piacciono. E poi c’era un libro fuori formato rispetto a quelli più comuni dei manga, che con la costina rompeva l’ordine da me creato.

Per evitare che il dio dei fumetti si arrabbi, pensavo, dovrei onorare la lettura degli arretrati partendo da quelli meno recenti, ma il libro nonostante fosse fresco di acquisto, si insinuava nella sfera del mio cervello che bramava l’armoniosità e la simmetria della mensola. E’ come se quel libro, con la sua costina che si spingeva fuori, mi urlasse <<leggi prima me>>. E così è stato. Il libro ha vinto.

memorie_8bit_cover_HR

Memorie a 8 bit è l’ultima fatica di Algozzino, graphic novel edita dalla Tunué al prezzo di 9,90 €. Che poi, se volete i dettagli precisi, eccovi il link: http://www.tunue.com/le-ali/264-memorie-a-8bit.html#.VPnV9-GKXfY

Ora, io non sarei proprio uno di quelli bravi bravi a scrivere recensioni in genere, però ci provo. E in questo caso, vorrei partire dalla fine, dal giudizio finale, così non vi annoiate. Pronti ? Eccolo:

Memorie a 8 bit DEVE essere acquistato !!!

No, non lo prendete come un consiglio, non lo è, va acquistato punto e basta.

Se poi avete vissuto la giovinezza negli anni ’80-’90 non ve lo dico nemmeno, formerei dei corpi speciali di perquisizione dove scatta l’arresto se non vi trovano questo volume a casa.

MA8B è una sorta di resoconto/diario di quello che all’autore piaceva nella sua giovinezza, dalle console primordiali alle sorprese dello Sprint, passando per le amicizie, i gelati, la scuola, le cabine telefoniche e tanto altro. Algozzino non scrive lasciandosi “deprimere” da questi bei tempi ormai passati e cercando di contrastarli ma, con un velo di nostalgia, ci affida quest’opera strettamente personale ma allo stesso tempo impossibile da non ritenere anche nostra.

E come ogni diario che si rispetti, non ha bisogno di troppe spiegazioni o giri di parole. Non mi pare che, nei nostri diari, dessimo tante spiegazioni su chi fossero Alessandro, Marco, Andrea o sul perchè ci piacesse quella ragazza: no, il diario lo sapeva già, non c’era bisogno di spiegarlo.

In alcuni capitoli sono stato talmente preso dall’atmosfera, che mi sembrava di essere al posto dell’autore. Tipo quello in cui descrive la sua scuola coi corridoi vuoti e silenziosi e le finestre inondate dal sole al pomeriggio. Ho un ricordo simile anche per quello.

Mi è anche difficile entrare nel lato squisitamente tecnico dell’opera perchè, se non si era capito, sono estremante non soggettivo nella sua valutazione quindi lascerei perdere i disegni, la rilegatura, la copertina. Per me è tutto SUPERLATIVO. Forse alcuni capitoli prendono meno di altri, ma proprio a voler essere pignoli.

Memorie a 8 bit ha stupito anche me, l’ho divorato in meno di due giorni. Sono grato a me stesso per averlo scoperto ed acquistato, sono grato a Sergio Algozzino per averlo scritto e disegnato. E quando nelle note ho letto che il suo file .txt è ancora piena di ricordi da “illustrare” beh, mi è comparso sul viso un sorriso a 200 (abbondiamo) denti !

Tipo quel sorriso che avevo quando a Natale da ragazzino ebbi in regalo la “Piramide degli Exogini”…ognuno di noi ha le sue memorie a 8 bit, e questo libro aiuta a tirarle fuori con piacere.

Grazie Sergio !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...